Prima squadra

Non bastano 3 reti in venti minuti per vincere contro il Romagnano

13/11/2017

Pareggio pirotecnico dei 2001 della Biellese in casa contro il Romagnano.


Tabellino:

La Biellese: Lavecchia, Rossi (dall'83 Rosso), Bagatin (dal 46' Sabarino), Scardoni (dal 66' Lanza), De Marco, Garreffa, Pavan (dall'80' Bassi), Gila, Hadiry, Vaglienti, Facchetti (dal 70' Naamad). (Groppo, Naim). All.: Marco Bercellino

Romagnano: Pantanella, Caradonna, Faraone, Mortarotti, Pizzetti, Quirino, Grillo, Ferraris, Iovine (dall'80' Marchese), Bonassi (Dal Negro), Fannì (Casedda, Fasola). All.: Sacchi

Arbitro: Magagna di Biella

Note: ammoniti Hadiry, Caradonna, Iovine.

La sintesi del match.

Inizio forte degli uomini di Bercellino che al 5' passano in vantaggio: Hadiry approfitta di una distrazione difensiva degli avversari e realizza la rete dell'1-0. Passano quattro minuti e i lanieri raddoppiano con Facchetti.
Al 20' Gila trova nello spazio Vaglienti che dopo aver addomesticato il pallone salta il diretto avversario e deposita alla sinistra dell'estremo difensore per il 3-0.
Al 34' gli ospiti accorciano le distanze con il numero 3 Faraone che indisturbato a centro area batte a colpo sicuro ma Lavecchia compie un super intervento che non basta però perché il pallone ribatte nuovamente sull'avversario ed entra in rete.
Al 39' rete del numero 11granata da calcio piazzato con Lavecchia non esente da colpe. Il primo tempo si conclude con la Biellese avanti 3-2.
Nella ripresa i bianconeri ripartono con la voglia di chiuderla, ma al 58' il Romagnano trova il pareggio ancora  con il numero 11 Fannì che approfitta di un errore di Gila in disimpegno e di sinistro la mette sotto l'incrocio alla destra dell'estremo difensore bianconero.
Una rimonta incredibile degli ospiti ma la Biellese prova a reagire con Facchetti che addomestica con il tacco un pallone fuori area e da posizione defilata esplode un bel tiro sul primo palo che porta al miracolo del numero 1 ospite.
Al 62' palo di Vaglienti con tiro cross dalla destra e due minuti dopo Hadiry salta il diretto avversario ma a tu per tu con il portiere si fa ipnotizzare.
Girandola di cambi senza occasioni da segnalare da ambo le parti, almeno fino all'84' quando è ancora pericoloso il Romagnano con il numero 8 che tira poco alto sopra la traversa.


Le parole del tecnico Marco Bercellino

"Siamo partiti bene proponendo al meglio il nostro gioco, poi abbiamo spento la luce. I tre gol subiti sono nati da tre nostri regali, poi dopo il pareggio abbiamo avuto ancora sui piedi un paio di occasioni nitide per passare in vantaggio, ma vuoi per merito del portiere avversario e un po' per demerito nostro non siamo riusciti a concretizzarle. Un bel bagno di umiltà per tutti e adesso testa a mercoledì e alla trasferta contro il Casale".


Altre News